Input your search keywords and press "Enter".
1 Aprile 2019

Caldaro sulla strada del vino

160 Views

Si scrive Caldaro ma è sempre abbinato al toponimo sulla-strada-del-vino: nulla di più vero, nulla di più sbagliato perché Caldaro, prima di essere un grazioso paese a pochi chilometri dal Bolzano, è un piccolo lago che crea la magia di un microclima assolutamente unico nella regione alpina. Le temperature sono sempre molto più miti rispetto alle note località della regione, rendendo ideale la coltivazione della vigna. Non da meno lo stesso clima rende il territorio una mecca del ciclismo dalla primavera all’autunno.

Il connubio fra i due argomenti è perfettamente armonizzato dalla ampia disponibilità di piste ciclabili o strade a bassissima percorrenza automobilistica.

Le vigne ed i frutteti sono la scenografia che aggiunge fascino all’area sormontata e protetta da belle montagne sempre verdi, con il passo dell’Amendola a pochi chilometri e meta imprescindibile per chi cerca la salita impegnativa, ma nemmeno impossibile, nobilitata anche da alcuni transiti del Giro d’Italia. Il paese non sorge intorno al lago ma è un po’ sopra ad esso, appartato quanto basta per essere vissuto intorno alla sua bella piazza pedonale e alle silenziose vie limitrofe.

.

Il lago è organizzato come un bagno marittimo ma senza l’oppressione dell’eccesso di ombrelloni e infrastrutture invasive. L’acqua è tiepida e pulita, perfetta per nuotarci. Da qui si può partire per il giro ciclistico del lago di pochi chilometri, otto e senza salite significative, adatto anche ai bambini e a chi la bici non la usa spesso. Il tracciato costeggia solo parzialmente l’acqua e si insinua nel verde, dove l’area della sponda sud offre una passerella di legno che si perde in un fascinoso ambiente lacustre dove trovano riparo numerose specie: è il Biotopo di Caldaro. Si può fare un facile birdwatching usando la torretta di avvistamento dalla quale si possono scorgere tante varietà di uccelli che zampettano da un ramo all’altro. Oltre a numerose capinere, cinciallegre, pettirossi, picchi e poiane si possono vedere anche cuculi, beccaccini e diverse specie migratorie durante la stagione del transito. In estate soprattutto l’acqua è coperta da ninfee e vegetazione acquatica, ma del silenzio e del senso di pace si può godere in ogni mese dell’anno.

Lo stesso giro può essere allungato a piacimento prendendo le numerose varianti disponibili, alcune che costeggiano le vigne.

Non meno suggestiva è la ciclabile di circa 20 km che porta a Bolzano attraverso il sedime ferroviario abbandonato nel 1971. La partenza ideale è vicina alla Cantina di Caldaro dove staziona una vecchia locomotiva messa lì come pietra miliare a tema. Il percorso è tutto su asfalto e si addentra nel bosco che ripara dal sole anche durante l’estate e dopo un sottopassaggio si arriva ad Appiano. Prima di passare due vecchie gallerie ben sistemate e illuminate che conducono sulla Valle dell’Adige, si troverà un bivio che porta al lago di Monticolo, un’altra bellissima destinazione da aggiungere alle successive escursioni, ma un po’ più impegnativa per il dislivello da superare. Dopo aver superato le due gallerie si potrà vedere in alto Castel Firmiano, una delle sei strutture museali del progetto Messner Mountain Museum dove antichi manieri sono stati trasformati, con la regia dell’alpinista dei record, in suggestivi contenitori di storie legate alla montagna, alle sue genti, agli aspetti di sostenibilità ambientale.

La folta vegetazione intorno al Lago di Caldaro invita ciclisti, sia professionisti sia della domenica, a un bel giro lungo la ciclabile in mezzo ai vigneti.

Chi decidesse di recarcisi metta in previsione almeno una intera mezza giornata di visita e una salita molto ripida per arrivarci. Ritornando alla pedalata verso Bolzano, si incrocerà la ciclabile che corre lungo il fiume Adige: andando a sinistra si arriverà in pochi chilometri a Merano, andando invece nella direzione opposta si arriverà a Bolzano che negli ultimi anni è stata dotata di una fitta rete ciclabile da far invidia alle città europee più evolute, che la rende “città delle biciclette”. Si può pedalare lentamente fino al bellissimo centro storico con sosta in una dei tanti invitanti caffè o visitare la “casa di Ötzi” al Museo Archeologico, dove è conservata la celebre mummia del Similaun del 3.000 a.C. con un piacevole percorso di approfondimento sul tema. Da Bolzano si potrebbe proseguire verso nord sulla ciclabile della Valle Isarco che conduce fino al Brennero.

Altre info su Caldaro.

Caldaro è uno degli hub ciclistici dell’Alto Adige attraverso il quale si può disegnare il proprio viaggio ciclistico in funzione delle proprie esigenze e dell’autonomia ciclistica. È collegato sia a nord che a sud con le grandi vie ciclabili che portano verso il Trentino, con le valli che partono da Merano (Venosta e Passiria) e con le ciclabili del nord verso il Brennero o la val Pusteria. Caldaro offre però tante opportunità di escursioni giornaliere sia con bici stradali o mtb che possono essere pianificate grazie a tutti i dettagli necessari, traccia gps compresa, nel sito ufficiale www.kaltern.com o sulla APP dedicata. Presso l’Ufficio del Turismo (0471 963169) sono disponibili alcune biciclette a pedalata assistita oltre a mappe e informazioni. Una scelta allargata di biciclette di ogni tipo e accessori la offre l’organizzazione Bici Alto Adige (www.bici-altoadige.it  0473 201500) che ha nel centro di Caldaro uno dei 20 fornitissimi depositi posizionati nei punti strategici della regione dove si offre al prezzo di 25 €, insieme ad una bicicletta per l’intera giornata, anche la tessera di libera circolazione www.mobilcard.info sui treni e bus regionali, oltre a numerosi impianti di risalita. L’associazione della strada del vino www.suedtiroler-weinstrasse.it unisce 74 eccellenti cantine proponendo visite guidate e degustazioni tutto l’anno delle cantine, alcune delle quali sono dei veri capolavori architettonici, sia moderni che della tradizione sud tirolese.

editor: Sauro Scagliarini

.

Share This Article

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

No More Posts