Input your search keywords and press "Enter".
4 Luglio 2019

Bruxelles: una città a misura di bicicletta

155 Views

Ci sono tanti modi di misurare la capacità di offrire sicurezza e facile fruibilità ai ciclisti in una grande città.

Petit Sablon РKleine Zavel vélo Рfiets Рbike © visit.brussels РEric Danhier Р2017

Bruxelles ne offre diversi, ma quello più curioso e che rende l’dea del rispetto per le biciclette, è la possibilità per i ciclisti di pedalare contromano anche nei sensi unici, supportati dal codice della strada e dalla disponibilità degli automobilisti. Prima di arrivare a ciò ci sono 218 km di vere piste ciclabili, tutte ben delimitate e protette, da utilizzare per muoversi nella città per scoprire i luoghi più suggestivi.

Place des Palais РPaleizenplein Palais Royal РKoninklijk Paleis РRoyal Palace vélo Рfiets Рbike © visit.brussels РEric Danhier Р2017
Parc Léopold РLeopoldpark vélo Рfiets Рbike © visit.brussels РEric Danhier Р2017

Si può iniziare in maniera non banale con l’itinerario Art Nouveau: tante abitazioni fra la fine dell’ottocento e inizio novecento furono progettate nell’inconfondibile stile. Victor Horta è stato l’architetto più significativo del periodo e la sua casa al 25 di rue Américaine potrebbe essere l’inizio dell’itinerario a tema che attraversa tutta la città. Il Palais des Beaux-Arts, ora chiamato Bozar, è vicino ad un’altro grande progetto di Art Nouveau, la Gare Centrale. Il primo è uno spazio espositivo multimediale destinato all’ascolto di musica, al teatro e a diversi eventi dedicati alla cultura, mentre il secondo è ancora oggi la monumentale stazione dei treni. Un altro grande progetto fu la costruzione dei grandi magazzini Wauquez, al 20 di rue de Sable, oggi sede del Centre Belge de la Bande Dessinée, un colorato palazzo che racconta la storia dei cartoons. Oppure l’Hotel Tassel in rue P.E. Janson. Altre costruzioni private da ammirare sono la casa privata della famiglia Solvay o la Maison Van Dayed in avenue Palmerston Laan. Ma anche senza cercare la costruzione famosa l’intera area mostra tante case comuni in perfetto stile.

Grand-Place РGrote Markt vélo Рfiets Рbike © visit.brussels РEric Danhier Р2017
Parc du Cinquantenaire РJubelpark vélo Рfiets Рbike © visit.brussels РEric Danhier Р2017

Se si cerca un po’ di frivolezza puntate con Google Map a Place des Bouvreuils. Si trova nel quartiere di Woluwe-Saint-Pierre, un’area residenziale fatta di eleganti villette, un po’ periferica e leggermente in collina. Quando il navigatore vi indicherà l’arrivo non troverete più quel nome, ma la nuova targa che da marzo 2019 glorifica ulteriormente l’eroe nazionale belga, il “cannibale” Eddy Merckx. Su questa piazzetta si affaccia la casa della famiglia nella quale lui abitò 27 anni. Si trasferìrono là dalla campagna per gestire un negozio di alimentari, quelli dove si trovava quasi tutto e le consegne venivano anche fatte dal garzone. Quel garzone era proprio il futuro campione. Nel centro della piazzetta dedicata a lui, la stele celebrativa lo ricorda, con una moderna foto rivisitata dall’artista e sul selciato un breve riassunto delle più importanti tra le oltre 500 vittorie in carriera.

Brussels Grand Départ 2019 РTour de France D-Day -50 © visit.brussels РEric Danhier Р2019
Fête Du Vélo РFeest Van De Fiets РBicycle Day Brussels Grand Départ 2019 Parc du Cinquantenaire РJubelpark © visit.brussels РEric Danhier Р2019

Nel personale carnet di viaggio si possono programmare piacevoli pedalate nei dintorni della città. Rilassante, per le ampie ciclabili a doppia corsia e i grandi murales sui muri, quella lungo i canali di Wilenbroek e di Charleroi che porta alle aree industriali dismesse rese affascinanti dai recenti recuperi per offrirli ai cittadini. A sudest del centro città si può pedalare nel Bois de la Cambre che senza soluzione di continuità porta all’estesa Foresta di Soignes che custodisce il sito Unesco delle Antiche Faggete Primordiali dei Carpazi.

Parc de Bruxelles РWarandepark vélo Рfiets Рbike © visit.brussels РEric Danhier Р2017

Attraverso il sito ProVelo www.provelo.org/si possono ottenere diversi serizi di natura ciclistica, dal noleggio all’organizzazione di tour tematici. Chi invece preferisce la totale autonomia al sito ravel.wallonie.be, anche in italiano, si trova la rete delle greenway, il Réseau Autonome des Vois Lentes, ma c’è anche la pubblicazione cartacea con la mappa che mostra i 1.500 km di vie verdi recuperate in seguito allo smantellamento di antiche ferrovie come quella che parte proprio dal centro di Bruxelles, bellissima con lunghi tratti sopraelevati che dominano la città sottostante e che corrisponde a un tratto di EuroVélo.

Place Royale РKoningsplein vélo Рfiets Рbike © visit.brussels РEric Danhier Р2017
Place De Brouckère РDe Brouckèreplein Brussels Grand Départ 2019 © visit.brussels РEric Danhier Р2019
Share This Article

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

No More Posts