Input your search keywords and press "Enter".
27 Aprile 2020

Fase 2 / La bici sarà un’ottima opportunità per tornare a fare sport

72 Views

“Quando il 3 maggio inizierà la fase 2 della epidemia virale, andare in bici sarà anche un’ottima opportunità per tornare a fare sport soprattutto perché durante la quarantena molti italiani si sono un po’ appesantiti rimanendo a casa.” 

Potrebbe dirlo uno di noi, quelli innamorati della bici. Invece queste parole sono state dette dal prof. Fabrizio Pregliasco, virologo dell’Università di Milano, un volto assai noto che da tante televisioni ci aggiorna sull’andamento della pandemia. L’intervista che vi proponiamo è stata appena condotto dal Carlo Gugliotta. Direttore di In Bici

Prof. Fabrizio Pregliasco – Virologo dell’Università di Milano

Ancora Pregliasco: “Sicuramente, ad oggi, qualora ci fosse la possibilità di scegliere tra uno spostamento in bici e uno in macchina, suggerisco di utilizzare il mezzo a pedali: prendere i mezzi pubblici sarà davvero molto difficile perché bisogna mantenere la distanza di sicurezza, invece la bicicletta permette il distanziamento sociale e non appesantisce il traffico, quindi può essere davvero un modo intelligente per fare degli spostamenti”. 

“La bicicletta, nella fase 2, è un’ottima alternativa non solo ai mezzi pubblici, ma anche all’automobile, e credo che incentivare l’utilizzo della bicicletta possa portare anche alla realizzazione di un maggior numero di piste ciclabili. Lo abbiamo visto anche con lo smart working: durante l’emergenza Coronavirus si sono cominciati ad utilizzare strumenti di lavoro a distanza che fino a poco tempo fa si utilizzavano molto poco, adesso invece è diventato tutto più semplice.

Insomma, muoversi in bicicletta può diventare un’opportunità verso la sicurezza stradale. Inoltre, andare in bicicletta da soli, rispettando le distanze, avrà solo un’azione benefica, seguendo le regole dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, che chiede a tutti noi di fare un’attività sportiva moderata. Lo sport estremo può far male, perché mette in evidenza lo stress muscolare, ma l’uso della bicicletta in maniera moderata è ottima per la nostra salute. Magnifica è anche l’idea delle biciclette elettriche, che offrono la possibilità di spostarsi anche a coloro che non sono molto allenati o che vivono in montagna. Insomma, io credo che la bicicletta, nella fase 2 del Coronavirus, avrà il giusto rilancio che merita, soprattutto come mezzo di trasporto”. 

Bicicletta intesa come mezzo di trasporto, ma non solo: “Andare in bici sarà anche un’ottima opportunità per tornare a fare sport dopo tanto tempo trascorso in casa. Dobbiamo prepararci a ripartire in maniera consapevole, con fiducia ma non troppa, perché il virus è ancora tra noi. Bisogna avere e conoscere gli strumenti necessari”. 

Carlo Gugliotta – Direttore di In Bici

Nei primi giorni del mese di marzo, ha fatto discutere non poco la regola che prevedeva di non praticare più sport al di fuori delle mura domestiche: molti ciclisti non hanno digerito questa regola, ma il prof. Pregliasco spiega: “quel regolamento si è reso necessario in quanto il rischio era quello di un’apertura eccessiva. La questione era più per dire “dobbiamo stare a casa e dobbiamo farlo tutti”, senza fare distinzioni. Inoltre, i ciclisti sono purtroppo soggetti a incidenti stradali, ed eravamo in una fase davvero molto complicata ai primi di marzo: anche le chiamate al 112 erano tantissime, spesso il tempo di attesa era troppo lungo, ed eventuali incidenti avrebbero aggravato la situazione. Ad oggi, invece, ci sono dei parametri positivi, in quanto il numero delle persone ricoverate in terapia intensiva è diminuito di molto, anche se c’è da insistere ancora.

Insomma, ritengo che le disposizioni siano quindi state necessarie e penso che siano servite. Nella fase 2, invece, la bicicletta può essere riproposta in termini operativi perché facilita il distanziamento sociale rispetto al trasporto urbano”. 

Share This Article

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

No More Posts