Input your search keywords and press "Enter".
23 Luglio 2020

Tappa 6 – La Verna / Cortona e Tappa 7 – Cortona / Orvieto. Le ciclovie italiane per un viaggio da pellegrino

74 Views


La sesta tappa prevede naturalmente la partenza da La Verna con meta finale di giornata Cortona passando a Arezzo.

E’ una tappa abbassanza difficile dovendo scendere dai 1000 metri dall’altitudine di La Verna verso valle e quasi esclusivamente su un percorso lungo fiume non proprio consigliato alla bici, infatti volendo si può comunque coprire lo stesso tratto anche su strada asfaltata. E’ chiaro che la via del pellegrino indica quella ma noi dobbiamo comunque dare delle alternative per tutti i tipi di pedalatori.

Vista di Arezzo con il nostro drone

Il percorso verso Arezzo è quasi tutto su fuoristrada in un trekking non difficile ma in bicicletta con l’aggiunta bikepacking in mezzo alla fitta vegetazione sempre a mezza costa di altitudine non è stata una passeggiata.

Arrivati ad Arezzo abbiamo fatto una buona sosta per riprenderci dal solito caldo asfissiante. La città di Arezzo, situata nella Toscana sud-orientale, sorge su di un colle che domina quattro vallate: Valtiberina, Casentino, Valdarno e Valdichiana. La città ha origini antichissime e forse non tutti sanno che è più antica persino di Alessandria d’Egitto! 
Arezzo fu una delle maggiori lucumonie etrusche e divenne, in seguito, un centro romano di importanza strategica, fulcro di fiorenti attività economiche e ricco di monumenti, tra cui l’Anfiteatro di cui si possono ammirare oggi i suoi notevoli resti.  

Uscendo da Arezzo scegliamo di prendere la strada normale verso la meravigliosa cittadina medievale di Cortona salendo a 500 di dislivello dove abbiamo concluso anche questa giornata di fatica e di pedalata davvero non facile per un totale di di 75,9 km. La serata come per tutte le nostre mete di giornata si rivela sempre una piacevole sorpresa.
Infatti come lo era per gli Etruschi, Cortona tutt’oggi si trova in una posizione davvero unica che permette, con brevi spostamenti, di raggiungere importanti centri artistici e culturali.


Settimo giorno. Sveglia di buona mattina anche oggi per una distanza che prevede nei suoi 96 km di portarci da Cortona a Orvieto.
Dopo alcuni tratti di campagna in mezzo a tratti coltivati davvero duri in un caldo incessante abbiamo raggiunto città della Pieve che ha dato i natali al famoso pittore Pier della Francesca che come sempre è posta in una altura collinare facendoci percorre in pochi km subito quasi 400 metri di dislivello al 9/10/11%. Il resto del percorso ci ha portato ad Orvieto con ulteriori pendenze e con tanti tratti ghiaiosi di ghiaia riporta dove la ruota affondava quasi completamente sempre su saliscendi che ci hanno costretto ad una andatura praticamente a passo d’uomo. Non è stato facile portare a termine anche questa giornata ma ce l’abbiamo fatta anche oggi, ma sono stati davvero km di patimento vero in piena atmosfera del pellegrino.

Sebbene la fama di Orvieto sia profondamente intrecciata con quella del suo magnificente duomo, la città offre numerosi spunti e itinerari storico-artistici, proprio in virtù delle sue antiche origini. Arroccata su di una rupe, inoltre, Orvieto offre scorsi panoramici davvero splendidi.

Domani si prosegue ancora in avvicinamento al Lazio verso Viterbo.

Ci sentiamo per la 8° tappa!
Share This Article

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

No More Posts